TERMINI E CONDIZIONI D'USO

La vendita degli articoli presenti su questo sito è rivolta ad utenti di età superiore agli anni 18.

Il contratto "on-line" ha come oggetto l'acquisto di beni e prodotti a distanza da parte di un soggetto consumatore (di seguito chiamato anche "Cliente") ed il fornitore Luca Creations di Cassenti Luca (di seguito chiamato anche "Fornitore") esclusivamente utilizzando la tecnologia di Internet messa a disposizione dal Fornitore presso l'indirizzo www.lucacreations.it.  Prima di ogni acquisto il Cliente dovrà visionare ed accettare le presenti condizioni in quanto passaggio obbligato nell'acquisto, nonché le specifiche del prodotto oggetto dell'acquisto. Una volta conclusa la procedura d'acquisto "on line", il cliente dovrà provvedere alla stampa ed alla conservazione delle presenti condizioni generali.  Il contratto di acquisto si perfeziona compilando il modulo d'ordine e dando il consenso all'acquisto manifestato tramite l'adesione data "on line". Il cliente può pagare la merce ordinata scegliendo tra le modalità di pagamento indicate all'atto dell'acquisto. Le modalità di pagamento accettate sono CARTE DI CREDITO e BONIFICO BANCARIO.

Il Cliente solleva il Fornitore da ogni responsabilità che dovesse derivare dall'emissione di documenti fiscali errati causati da errori relativi ai dati forniti dal Cliente, poiché il Cliente stesso è unico responsabile del corretto inserimento. Nel compilare la scheda anagrafica nella procedura di acquisto necessaria all’esecuzione del contratto e delle relative ulteriori comunicazioni, il cliente autorizza il fornitore a comunicare i dati anagrafici necessari ai corrieri e/o spedizionieri di fiducia del Fornitore per la consegna dei prodotti acquistati in modo da permetterne il recapito al Cliente.

Caparra confirmatoria

Il primo versamento effettuato dal cliente nelle sezioni box-mods, Personalizzazione, Ripristino e Finiture viene eseguito a titolo di caparra confirmatoria ex art. 1385 comma 1 c.c. che viene imputata alla prestazione dovuta con il successivo adempimento del contratto.

Diritto di recesso

Art. 52 D.L 6 settembre 2005, n. 206 - Codice del consumo - Diritto di recesso

1. Fatte salve le eccezioni di cui all'articolo 59, il consumatore dispone di un periodo di quattordici giorni per recedere da un contratto a distanza o negoziato fuori dei locali commerciali senza dover fornire alcuna motivazione e senza dover sostenere costi diversi da quelli previsti all'articolo 56, comma 2, e all'articolo 57.

2. Fatto salvo l'articolo 53, il periodo di recesso di cui al comma 1 termina dopo quattordici giorni a partire:

a) nel caso dei contratti di servizi, dal giorno della conclusione del contratto;

b) nel caso di contratti di vendita, dal giorno in cui il consumatore o un terzo, diverso dal vettore e designato dal consumatore, acquisisce il possesso fisico dei beni o:

1) nel caso di beni multipli ordinati dal consumatore mediante un solo ordine e consegnati separatamente, dal giorno in cui il consumatore o un terzo, diverso dal vettore e designato dal consumatore, acquisisce il possesso fisico dell'ultimo bene;

2) nel caso di consegna di un bene costituito da lotti o pezzi multipli, dal giorno in cui il consumatore o un terzo, diverso dal vettore e designato dal consumatore, acquisisce il possesso fisico dell'ultimo lotto o pezzo;

3) nel caso di contratti per la consegna periodica di beni durante un determinato periodo di tempo, dal giorno in cui il consumatore o un terzo, diverso dal vettore e designato dal consumatore, acquisisce il possesso fisico del primo bene;

c) nel caso di contratti per la fornitura di acqua, gas o elettricità, quando non sono messi in vendita in un volume limitato o in quantità determinata, di teleriscaldamento o di contenuto digitale non fornito su un supporto materiale, dal giorno della conclusione del contratto.

3. Le parti del contratto possono adempiere ai loro obblighi contrattuali durante il periodo di recesso. Tuttavia, nel caso di contratti negoziati fuori dei locali commerciali, il professionista non può accettare, a titolo di corrispettivo, effetti cambiari che abbiano una scadenza inferiore a quindici giorni dalla conclusione del contratto per i contratti di servizi o dall'acquisizione del possesso fisico dei beni per i contratti di vendita e non può presentarli allo sconto prima di tale termine.

Art. 59 D.L 6 settembre 2005, n. 206 - Codice del consumo - Eccezioni al diritto di recesso

 1. Il diritto di recesso di cui agli articoli da 52 a 58 per i contratti a distanza e i contratti negoziati fuori dei locali commerciali è escluso relativamente a:

a) i contratti di servizi dopo la completa prestazione del servizio se l'esecuzione è iniziata con l'accordo espresso del consumatore e con l'accettazione della perdita del diritto di recesso a seguito della piena esecuzione del contratto da parte del professionista;

b) la fornitura di beni o servizi il cui prezzo è legato a fluttuazioni nel mercato finanziario che il professionista non è in grado di controllare e che possono verificarsi durante il periodo di recesso;

c) la fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati;

d) la fornitura di beni che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente;

e) la fornitura di beni sigillati che non si prestano ad essere restituiti per motivi igienici o connessi alla protezione della salute e sono stati aperti dopo la consegna;

f) la fornitura di beni che, dopo la consegna, risultano, per loro natura, inscindibilmente mescolati con altri beni;

g) la fornitura di bevande alcoliche, il cui prezzo sia stato concordato al momento della conclusione del contratto di vendita, la cui consegna possa avvenire solo dopo trenta giorni e il cui valore effettivo dipenda da fluttuazioni sul mercato che non possono essere controllate dal professionista;

h) i contratti in cui il consumatore ha specificamente richiesto una visita da parte del professionista ai fini dell'effettuazione di lavori urgenti di riparazione o manutenzione. Se, in occasione di tale visita, il professionista fornisce servizi oltre a quelli specificamente richiesti dal consumatore o beni diversi dai pezzi di ricambio necessari per effettuare la manutenzione o le riparazioni, il diritto di recesso si applica a tali servizi o beni supplementari;

i) la fornitura di registrazioni audio o video sigillate o di software informatici sigillati che sono stati aperti dopo la consegna;

l) la fornitura di giornali, periodici e riviste ad eccezione dei contratti di abbonamento per la fornitura di tali pubblicazioni;

m) i contratti conclusi in occasione di un'asta pubblica;

n) la fornitura di alloggi per fini non residenziali, il trasporto di beni, i servizi di noleggio di autovetture, i servizi di catering o i servizi riguardanti le attività del tempo libero qualora il contratto preveda una data o un periodo di esecuzione specifici;

o) la fornitura di contenuto digitale mediante un supporto non materiale se l'esecuzione è iniziata con l'accordo espresso del consumatore e con la sua accettazione del fatto che in tal caso avrebbe perso il diritto di recesso.

I beni venduti si configurano nell'applicazione dell'art. 59, comma 1, lettera c) e)

Fatturazione

La fattura viene emessa automaticamente alla conferma di avvenuta spedizione